MORENO BONDI E LUCA MARONI ARTE E VINO: UN INCONTRO IN TUTTI I SENSI

L’edizione 2016 de “I MIGLIORI VINI ITALIANI” di Luca Maroni (11-14 febbraio, Salone delle Fontane all’Eur, Via Ciro il Grande 10, Roma), dedicata all’eccellenza vinicola italiana, inaugura anche quest’anno con l’arte di Moreno Bondi.

La passione per l’arte ha determinato l’incontro fra Luca Maroni (sensorialista, studioso di Leonardo ed autore del libro “Milano è la vigna di Leonardo ”) e Moreno Bondi (artista e Docente universitario, esperto della tecnica pittorica di Caravaggio). Il filo rosso che unisce entrambi è la ricerca dell’eccellenza e la convinzione che la qualità sia immediatamente percepibile.
Condivido con Luca Maronispiega Moreno Bondila ricerca di bellezza, armonia ed equilibrio “in tutti i sensi”, anche se come artista i miei mezzi espressivi -pittura e scultura- privilegiano vista e tatto. Come nel vino anche nell’arte è possibile individuare qualità e parametri (trasversali alle diverse modalità -installazioni, pittura, scultura, video, foto) che permettano di orientarsi fra pre-giudizi critici, marketing, mode spesso fuorvianti“.
Il vinoprosegue Luca Maroni va apprezzato con i sensi, non con la testa. Non esiste chi non capisce il vino: ognuno ha gli strumenti sensibili per riconoscerne la bontá, anche se non possiede il criterio per analizzarla e spiegarla. I sensi sono testimoni veritieri e diretti: non possono essere manipolati da condizionamenti intellettuali ed escludono la mediazione di un critico complicato e complicante”. Poiché la qualità si impone con evidenza e non richiede “spiegazioni cerebrali”, bisogna solo imparare con rigore ad analizzare, misurare e descrivere ciò che i sensi registrano. Pertanto Maroni ha strutturato un metodo sensoriale oggettivo (fondato su vista, gusto, olfatto) che ordina i dati acquisiti e li organizza in un giudizio valutativo. “Tale indagine non richiede un talento particolare -concordano artista ed enologo- ma concentrazione e disciplina, poiché se ognuno utilizza consapevolmente i mezzi in suo possesso, allora saprà motivare le impressioni con elementi oggettivi, senza accettare passivamente il parere altrui.”
Sono orgoglioso -conclude Luca Maroni- del comune sentire con Moreno Bondi che testimonia nell’arte contemporanea bellezza, equilibrio, armonia, sapienza propri dei grandi maestri. ”
L’architettura monumentalista del Salone delle Fontane all’Eur è una cornice appropriata per le tre imponenti opere del pittore e scultore toscano che ha interpretato il vino con un grande “Bacco” (cm. 200×200) dipinto ad olio su tele sovrapposte e combustioni. In “Trilogia di un’anima” (olio su tele sovrapposte e combustioni, cm.150×200) Bondi unisce la tecnica pittorica di Caravaggio, le luci ed ombre seicentesche al linguaggio contemporaneo della bruciatura, trovando un innovativo equilbrio tra memoria e ricerca. Infine in “Omaggio a Leonardo” (olio su tela sagomata, calligrafia, Sanguigna e scultura in marmo Statuario di Carrara, cm. 200×200), l’artista rivisita i suoi primi studi sulla Rinascenza, sollecitato dalla decennale ricerca di Luca Maroni e dal ritrovamento entusiasmante dell’antica vigna di Leonardo presso la Casa degli Atellani a Milano.
La manifestazione, organizzata da Sens, offre, dunque l’occasione per una esperienza completa (con degustazioni enogastronomiche, performances musicali, laboratori) capace di coinvolgere lo spettatore in tutti i sensi anche attraverso l’arte di Moreno Bondi.

I MIGLIORI VINI ITALIANI 2016: 11-14 febbraio 2016
Salone delle Fontane, Eur, Via Ciro il Grande 10, Roma
PROGRAMMA: www.imiglioriviniitaliani.com

 

I MIGLIORI VINI  ITALIANI Edizione 2015

Banner Luca Maroni Moreno Bondi