LUCA MARONI E MORENO BONDI. Enologia e arte: un binomio dei sensi alla ricerca del bello

“Sono onorato -annuncia Luca Maroni (enologo ed esperto in analisi sensoriale)- che Moreno Bondi abbia accettato il mio invito a “I MIGLIORI VINI ITALIANI. Il buono nel bello” (Roma, Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia, 12-15 febbraio 2015), in cui sarà presentato l’annuario 2015 dedicato all’eccellenza vinicola del nostro Paese.
All’iniziativa l’artista ha risposto con tre imponenti opere ed otto tele (cm.40×40) che rendono omaggio alle etichette premiate nell’attuale edizione.
Moreno Bondi ha infatti dedicato ad ognuna un piccolo capolavoro, rappresentando le sensazioni e le memorie trasmesse da questi vini: “Ne ho assaporato profumi, sapori, colori che ho poi ritrovato nelle descrizioni puntuali e poetiche di Luca Maroni.”
Il filo rosso che unisce entrambi è la ricerca dell’eccellenza e la convinzione che la qualità sia immediatamente percepibile.
“Il vino -spiega il sensorialista- va apprezzato con i sensi, non con la testa. Non esiste chi non capisce il vino: ognuno ha gli strumenti sensibili per riconoscerne la bontá, anche se non possiede il criterio per analizzarla e spiegarla”. Da qui la messa a punto di un metodo sensoriale oggettivo (fondato su vista, gusto, olfatto) che permetta di organizzare i dati acquisiti e utilizzarli per formulare un giudizio. Infatti, i sensi sono testimoni veritieri e diretti: non possono essere manipolati da condizionamenti intellettuali ed escludono la mediazione di un critico “complicato e complicante”.
Insomma: la qualità impone se stessa e non richiede spiegazioni cerebrali; bisogna solo imparare a analizzarla con metodo e rigore, per misurare e descrivere ciò che i sensi registrano. “Tale indagine non richiede un talento particolare -concordano artista ed enologo- ma concentrazione e disciplina, poiché se ognuno utilizza consapevolmente i mezzi in suo possesso, allora saprà motivare le impressioni con elementi oggettivi, senza accettare passivamente il parere altrui”.
La passione per l’arte ha determinato l’incontro fra Luca Maroni (studioso di Leonardo ed autore del libro “Milano è la vigna di Leonardo ”) e Moreno Bondi (il quale è anche Docente universitario, esperto della tecnica pittorica di Caravaggio). “Ugualmente nell’arte -egli sostiene- è possibile individuare qualità e parametri (trasversali alle diverse modalità espressive: installazioni, pittura, scultura, video, foto) che permettano di orientarsi fra pre-giudizi critici, marketing, mode oltremodo frequenti in questo settore e spesso fuorvianti. La mia ricerca in quanto artista e l’impegno come professore (Bondi è Titolare di Cattedra in Accademia di Belle Arti, n.d.a.) valorizzano nell’opera: qualità tecnica e bellezza sensibile, spessore intellettuale e dimensione emozionale (elementi che corrispondono alla complessità psico-fisico-emotiva dell’uomo). La loro sinergia attiva diversi canali metalinguistici e realizza una comunicazione a livelli multipli (sensibilità, emotività, intellettualità) che spiega la potenza coinvolgente dell’arte”.

La manifestazione, organizzata da SENS, è ricca di degustazioni ed eventi per il pubblico. Nondimeno riserva sorprese per i produttori, ansiosi di scoprire le eccellenze designate da Luca Maroni e le opere dedicate loro da Moreno Bondi, che saranno in mostra nel Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia dal 12 al 15 febbraio per “I MIGLIORI VINI ITALIANI 2015″.

VIDEO

moreno-bondi-e-luca-55x55

VIDEO: MORENO BONDI INTERPRETA I MIGLIORI VINI ITALIANI

 

I MIGLIORI VINI ITALIANI
Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia
Borgo Santo Spirito 2, Roma
12-15 Febbraio 2015
PROGRAMMA: www.imiglioriviniitaliani.com

 

I MIGLIORI VINI ITALIANI edizione 2016

banner-Maroni-Bondi